L’UE apre alla flessibilità dei conti pubblici

(Teleborsa) – La Commissione Europea apre alla flessibilità per le “spese per la crisi dei rifugiati, o un terremoto, o per un paese che soffre attacchi terroristici. Si tratta di flessibilità precise, limitate e chiaramente spiegate”. Lo ha detto Pierre Moscovici, il commissario europeo agli Affari Economici, intervenendo all’Atlantic Council, a Washington, del Fondo Monetario Internazionale. 

Secondo il commissario, in generale “un paese deve rispettare i criteri e ridurre il debito, è il principale problema di italia e Belgio”. “Abbiamo detto chiaramente cosa è la flessibilità nel gennaio 2015. Dobbiamo incoraggiare i paesi che creano molti investimenti, lo abbiamo fatto con l’Italia”. 

Ottimista sull’Italia. “Ho fiducia che l’Italia, come sempre, se la caverà e risolverà i suoi problemi con il nostro aiuto”, ha detto Moscovici che si è detto ottimista sul Belpaese e sulle sue sfide sia sul versante del bilancio che del sistema bancario.

L’UE apre alla flessibilità dei conti pubblici
L’UE apre alla flessibilità dei conti pubblici