L’Euro vola sopra 1,08 dollari a causa di Trump, mini dollaro e inflazione

(Teleborsa) – L’euro continua a galoppare sul mercato dei cambi, posizionandosi ai massimi da 2 mesi e mezzo, in risposta ad un dollaro sempre più debole ed ai nuovi scenari che si aprono sul fronte della politica monetaria. Il cambio euro/dollaro oggi galleggia a 1,082 USD in rialzo dello 0,4%. 

La debolezza del biglietto verde deriva essenzialmente dalle incertezze sulla futura politica economica di Donald Trump, che però ha già chiarito l’impostazione di tipo protezionistico e la sua preferenza per una valuta debole che garantirebbe agli Stati Uniti una maggiore competitività. La Fed intanto preferisce attendere e conferma un percorso (path) di graduale aumento dei tassi quest’anno.

Una frecciatina è arrivata oggi dal Presidente della BCE, Mario Draghi, che ha criticato le svalutazioni di tipo competitivo, ribadendo l’importanza di una politica incentrata sulle riforme e la necessità del mercato unico. Parole che avrebbero dovuto far bene all’Euro, anche se la moneta unica al momento sconta di più la possibilità di una impennata inflazionistica. I recenti dati sull’inflazione dell’Area Euro hanno fatto volare la divisa di Eurolandia, anche se la BCE continua a mantenere la medesima impostazione di politica monetaria. 

L’Euro vola sopra 1,08 dollari a causa di Trump, mini dollaro e inflazione
L’Euro vola sopra 1,08 dollari a causa di Trump, mini dollaro e&...