L’economia britannica paga dazio con i consumi deboli

(Teleborsa) – La confindustria britannica, the Confederation of British Industry (CBI), stima che nei prossimi due anni, ci sarà un rallentamento della crescita nel Regno Unito.

Secondo la confederazione del settore industriale inglese, che cita una buona tenuta degli investimenti nonostante l’incertezza derivante dalla Brexit, nell’ultimo periodo si è registrato un indebolimento dei consumi che condizionerà l’andamento dell’economia di Sua Maestà. 

Le stime CBI prevedono che il PIL inglese passerà da un +1,8% del 2016 a un +1,6% nel 2017 e a un +1,4% nel 2018.

L’economia britannica paga dazio con i consumi deboli
L’economia britannica paga dazio con i consumi deboli