Le bio plastiche di Bio On per la diagnosi e cura dei tumori, titolo vola in Borsa

(Teleborsa) – Per la prima volta è possibile utilizzare la bio plastica per la diagnosi e la cura dei tumori grazie al primo brevetto depositato da Bio On  nel campo della nano medicina, in particolare nell’area della nano diagnostica (nano-imaging).

I ricercatori dell’azienda specializzata nella ricerca sulle materie plastiche naturali utilizzano le nano tecnologie per creare minerv BIOMEDS: si tratta di rivoluzionarie e innovative nano capsule in bio plastica PHAs (poli-idrossi-alcanoati) in grado di contenere contemporaneamente due agenti di contrasto: nano particelle magnetiche e nano cilindri d’oro. Questi due elementi permettono di visualizzare regioni malate del corpo, ad esempio una massa tumorale, utilizzando rispettivamente la tradizionale tecnica della
Risonanza Magnetica Nucleare e la più innovativa tecnica della Fotoacustica.

“L’uso della bio plastica PHA offre un grande vantaggio – spiega il Prof. Mauro Comes Franchini, Chief Scientific Advisor di Bio-on – perché è sicura per la salute del paziente e non ha effetti collaterali”.

Oltre a quella diagnostica esiste una seconda funzione terapeutica visto che è possibile inserire nelle nano capsule farmaci, ad esempio per la chemioterapia. Le nano capsule minerv BIOMEDS saranno dunque utilizzate in futuro in terapie anti-cancro mirate e selettive. 

Grazie all’annuncio di questa scoperta, le azioni Bio On sono lievitate in Borsa, dove segnano un rialzo dell’8,45% questa mattina.

Le bio plastiche di Bio On per la diagnosi e cura dei tumori, titolo vola in Borsa
Le bio plastiche di Bio On per la diagnosi e cura dei tumori, titolo v...