Lavoro: NEET, Sicilia al terzo posto tra le regioni d’Europa

(Teleborsa) – Triste primato per la Sicilia che è sul gradino più basso del podio tra oltre 200 regioni europee per l’alto tasso di NEET – acronimo inglese di “Not (Engaged) in Education, Employment or Training che sta ad indicare i giovani tra 15 e 24 anni che non studiano e non lavorano.

Che in Italia i NEET siano oltre la media UE è cosa nota, come rilevato dalla Commissione UE, ma il dato dell’isola italiana che arriva al 41,4% è inferiore solamente a quelli registrati per la Guyana francese (44,7%) e la regione bulgara di Severozapaden (46,5%). E’ quanto emerge dal Regional Yearbook 2017 pubblicato oggi 14 settembre da EUROSTAT.

I dati dell’istituto statistico dell’Eurozona sottolineano il divario fra il tasso di NEET nel Mezzogiorno (36,6%) e nel Nord-Est italiano (16%), dove si trovano le tre regioni con le percentuali più basse di giovani inoccupati: Provincia autonoma di Bolzano (10,2%), Veneto (15,8%) ed Emilia-Romagna (16%).

Lavoro: NEET, Sicilia al terzo posto tra le regioni d’Europa
Lavoro: NEET, Sicilia al terzo posto tra le regioni d’Europ...