Lavoro, Boccia (Confindustria): “Serve il patto della fabbrica”

(Teleborsa) – “Ci serve il patto della fabbrica”: lo ha detto Vincenzo Boccia, leader di Confindustria, a Venezia all’assemblea degli industriali di Padova, Treviso e Vicenza. “Abbiamo aperto un confronto con la Confindustria tedesca per valorizzare l’importanza della questione industriale tra questi due Paesi che sono i più industrializzati d’Europa – ha detto – e il confronto lo porteremo anche con i francesi. Altro percorso è quello di avviare un rapporto con i sindacati perchè conflitti inutili non servono”. “L’interesse è quello di fare tanto e di
fare per tutti e non contro qualcuno – ha concluso -. Questa Europa non va perché c’è una visione che vede da una parte le
imprese e dall’altra le banche”. 

Confindustria e sindacati stanno lavorando al rinnovo dei modelli contrattuali con una prospettiva di confronto e costruzione, con l’obiettivo di “salvaguardare le nostre imprese nell’interesse dei lavoratori”, ha detto ancora Boccia. “Abbiamo chiesto al governo di non occuparsi e non preoccuparsi dei modelli contrattuali, che riguardano le parti sociali – ha detto -. Ci guardiamo negli occhi coi sindacati, se abbiamo punti d’incontro cerchiamo di costruire. Il nostro ruolo è fare proposte, non far emergere conflitti gratuiti di cui il Paese non ha bisogno”. Boccia ha poi lodato la decisione del governo di inserire in legge di bilancio “un’interessante detassazione dei premi di produttività in chiave aziendale, si elevano i tetti di salario e di premio”. “Mi sembra siano misure in linea con quello scambio salario/produttività che noi auspichiamo” ha concluso.

Lavoro, Boccia (Confindustria): “Serve il patto della fabbrica”
Lavoro, Boccia (Confindustria): “Serve il patto della fabbr...