L’Asia soffre ancora

(Teleborsa) – Finale negativo per la borsa di Tokyo tornata alle contrattazioni dopo la pausa della vigilia per festività. Il listino nipponico segue l’andamento prudente ieri degli altri mercati asiatici, in scia al dato cinese sull’attività economica di Pechino, cresciuta oltre il previsto anche se non mancano fattori di incertezza. 

L’indice della piazza giapponese ha portato a casa un ribasso dello 0,62% a 19.993,55 punti mentre il più ampio Topix cede lo 0,41% a 1.248,87 punti.

Miste le borse cinesi, con Shanghai che cede lo 0,23% dopo i dati sul PIL del secondo trimestre. Shenzhen invece sale leggermente dello 0,14%. Tiene, invece, Taiwan con un +0,24%. Giù Seul che lima lo 0,08%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, debole Hong Kong con un decremento dello 0,11%, mentre Mumbay perde lo 0,94%. Giù anche Bangkok -0,11%, Sydney -1,08%, Kuala Lumpur -0,05% e Jakarta -0,48%. Fuori dal coro Singapore che sale di un timido 0,12%.

L’Asia soffre ancora
L’Asia soffre ancora