L’Asia gradisce la politica monetaria della BoJ

(Teleborsa) – Reazione positiva delle piazze asiatiche alla decisione della Bank of Japan (BoJ) di lasciare inalterata la politica monetaria. Ora la parola passa alla Federal Reserve.
A Tokyo, l’indice Nikkei ha chiuso le contrattazioni con un guadagno dell’1,91% a 16.807,62 punti mentre il più ampio indice Topix è salito del 2,52% a 1.350,12.

Frecce verdi anche per le borse cinesi, con Shanghai che avanza dello 0,25% e Shenzhen dello 0,50%. Chiude al rialzo Seul con un +0,38% mentre Taiwan registra un +0,73%. Fra gli altri mercati che chiuderanno più tardi le contrattazioni, Hong Kong registra un incremento dello 0,76%, Singapore una limatura dello 0,03% e Jakarta un -0,02%. Piatta anche Kuala Lumpur con un +0,02%. In leggero rialzo la borsa di Sydney +0,59% mentre Bangkok mostra un progresso più ampio, dell’1,09%.

L’Asia gradisce la politica monetaria della BoJ
L’Asia gradisce la politica monetaria della BoJ