La manovra arriva a Bruxelles. Confermati PIl 1% e Deficit 2,3%

(Teleborsa) – Il documento programmatico di bilancio per il prossimo triennio è giunto a Bruxelles. 

Nel testo, sono state confermate le previsioni macroeconomiche annunciate dal governo dopo l’approvazione della manovra in Consiglio dei Ministri: PIL in crescita dell’1% nel 2017 e Deficit del 2,3% in aumento rispetto al 2% indicato nella nota di aggiornamento del DEF (Documento di Economia e Finanza).

Padoan difende la manovra. “I numeri che l’Italia ha presentato a Bruxelles andranno valutati, ma a nostro avviso siamo in regola”, ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, sottolineando che con la UE c’è “un rapporto molto positivo, continuo”. Quanto alla manovra, “non è uno spot elettorale, fa bene alla crescita del Paese”.

Nel mirino europeo, c’è anche la voluntary disclosure sul contante, ovvero la sanatoria fiscale. La misura per l’emersione del contante va nella direzione della trasparenza grazie alla quale i casi penali “andranno perseguiti ancor più duramente”, ha precisato il titolare del dicastero di Viale XX Settembre, nel corso di un’intervista a Uno Mattina. La voluntary disclosure sul contante, “è una misura con la quale si invitano i possessori di ricchezza occulta a farla emergere, siano essi depositi bancari o siano essi altre forme di ricchezza”. 

La manovra arriva a Bruxelles. Confermati PIl 1% e Deficit 2,3%
La manovra arriva a Bruxelles. Confermati PIl 1% e Deficit 2,3%