La Borsa di Tokyo vola ai massimi da 21 anni

(Teleborsa) – Prosegue il momento d’oro dell’azionario asiatico, che si porta globalmente ai massimi da dieci anni spinto dalla ripresa dell’economia e dal rally dei mercati occidentali, Wall Street in testa.

Ancora meglio la piazza di Tokyo, dove l’indice Nikkei ha terminato con un guadagno dello 0,28% a 20.881 punti, su livelli che non si registravano dal 1996.

A sostenerlo anche il positivo andamento dell’economia e le buoni positive per la stagione delle trimestrali alle porte.

Anche il Fondo Monetario Internazionale ha rivisto al rialzo le sue stime sulla crescita dell’economia nipponica da +1,3% a +1,5% nel 2017 e da +0,6% a +0,7% per il 2018 sulla scia dell’aumento delle esportazioni e della spesa per consumi nazionale. 

Unica nota stonata la caduta di Kobe Steel, che ha ha ammesso di aver falsificato i dati sulla qualità dei suoi prodotti utilizzati da tutte le principali case automobilistiche giapponesi. Il titolo ha segnato un -19,5% portando la caduta ad oltre 40 punti percentuali in due giorni.

Tra le altre Borse, Seul porta a casa un guadagno dell”1% come Taiwan, quest’ultima ancora grazie alle parole del direttore dello Statistic Bureau che ha confermato che il Paese asiatico non avrà problemi a centrale una crescita attesa del 6,5% quest’anno. In Cina Shanghai mette a segno un +0,15%, Shenzhen si ferma sui livelli della vigilia. 

Tra i listini che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, Hong Kong e Singapore sono piatte, Jakarta lima lo 0,76%, Kuala Lumpur lo 0,31%. Bene Bangkok con un guadagno dello 0,48%.

Segno più anche per Mumbay (+0,41%) e Sydney (+0,58%).

La Borsa di Tokyo vola ai massimi da 21 anni
La Borsa di Tokyo vola ai massimi da 21 anni