La borsa di Tokyo chiude sulla parità. Focus sul vertice OPEC

(Teleborsa) – Giornata cautamente positiva per i mercati asiatici, con la Borsa di Tokyo che si ferma quasi sulla parità, nel giorno del vertice OPEC a Vienna. A sostenere il Listino nipponico anche il dato sulla produzione industriale, che è salita per il terzo mese consecutivo anche se ad un ritmo più lento dei precedenti.

Il petrolio registra movimenti nervosi, per l’incertezza su un eventuale taglio dell’output del cartello e condiziona la performance delle borse dell’Estremo Oriente.

A Tokyo, l’indice Nikkei ha chiuso con un poco significativo +0,01% a 18.308 punti, mentre il Topix ha guadagnato lo 0,02% a 1.139 punti. Positiva anche Seul che è salita dello 0,26%.

Deboli le borse cinesi, dove gli operatori temono che una politica di Pechino orientata a sostenere la valuta possa avere impatti negativi sulla liquidità: Shanghai cede l’1% e Shenzen lo 0,16%. Bene Taiwan che guadagna lo 0,5%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, appaiono ben impostate: Hong Kong mostra un incremento dello 0,39%, Singapore dello 0,70%, Jakarta dello 0,79%, Mumbai dello 0,37% e Bangkok dello 0,14%, mentre Kuala Lumpur viaggia sulla parità. La borsa di Sydney viaggia in controtendenza e perde lo 0,33%.

La borsa di Tokyo chiude sulla parità. Focus sul vertice OPEC
La borsa di Tokyo chiude sulla parità. Focus sul vertice OPEC