La Borsa di Milano apre in rosso e in coda alle altre borse europee

(Teleborsa) – Esordio dimesso per le principali Borse del Vecchio Continente e per Piazza Affari, che avviano gli scambi zoppiicando, dopo alcuni contrastanti dati macroeconomici ed in attesa del discorso della Presidente Fed, Janet Yellen, al Congresso USA. 

Fra i dati di oggi, molto bene la produzione industriale giapponese, ma la crescita della Germania ha deluso le attese e l’inflazione è salita molto vicina al target della Bce. Cresce anche l’inflazione in Cina, anche se il dato non preoccupa gli economisti, che intravedono un rallentamento nel 2017.

Leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,063. Sulla parità lo spread, che rimane a quota 189 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,23%.

Tra gli indici di Eurolandia andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a -0,09%, sottotono Londra che mostra una limatura dello 0,24%, poco mossa Parigi, che mostra un -0,07%. Peggio fa Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,31%.

Unica Blue Chip di Milano a ottenere un buon risultato Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che segna un aumento dell’1,30%.

La peggiore performance è quella di CNH Industrial, che cede l’1,60%.

Vendite su Saipem, che soffre un calo dell’1,21%.

Frena  Fiat, che registra un ribasso dell’1,16%.

Seduta negativa per STMicroelectronics, che chiude gli scambi con una perdita dell’1,08%.

La Borsa di Milano apre in rosso e in coda alle altre borse europee
La Borsa di Milano apre in rosso e in coda alle altre borse europ...