La BCE studia un paracadute per affrontare i “tempi duri”

(Teleborsa) – Sono iniziate, al tavolo della Banca Centrale Europea, le discussioni per la creazione di un fondo da utilizzare nell’eventualità di choc futuri, una sorte di paracadute per affrontare i “momenti difficili”.

Lo ha detto Klaus Regling, numero uno dello European Stability Mechanism (ESM), sottolineando come il nuovo fondo andrebbe a colmare un “vuoto importante negli strumenti finanziari della zona euro”.

Stiamo discutendo l’istituzione di fondo “per i momenti difficili”, per aiutare Eurolandia ad affrontare choc futuri – ha affermato Regling -. “Lo strumento potrebbe essere strutturato senza una mutualizzazione del debito, senza trasferimenti permanenti tra Paesi”.

“In questo contesto – ha continuato – potremmo guardare agli esempi che esistono negli Stati Uniti, per esempio i fondi statali di emergenza (rainy day funds), o uno schema di disoccupazione complementare”.

La BCE studia un paracadute per affrontare i “tempi duri”
La BCE studia un paracadute per affrontare i “tempi duri&...