Il Sole 24 Ore, scattata l’ispezione Consob negli uffici di Milano

(Teleborsa) – E’ scattata da questa mattina una ispezione della Consob negli uffici del Gruppo Il Sole 24 Ore, presso la sede centrale di Milano. Un blitz scattato senza ipotesi di reato né indagati, in risposta alle recenti vicende finanziarie che hanno coinvolto il gruppo, alle dimissioni dei vertici ed al tracollo del titolo in Borsa. 

Oggi, le azioni de Il Sole 24 Ore guadagnano sul Listino di Milano il 2,25%, un rimbalzino tecnico, dopo che nell’ultima settimana hanno perso circa l’11% e nell’ultimo mese il 33%. 

“Massima trasparenza, massima tranquillità, massima collaborazione, siamo un libro aperto”. Così il gruppo si è espresso in merito all’ispezione in corso, che prende le mosse dagli ultimi risultati del quotidiano finanziario. 

Tutto è iniziato ad inizio ottobre, quando 5 consiglieri si sono dimessi dal CdA, incluso l’ex presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, mettendo a rischio la sopravvivenza stessa e la validità del Board. Il gruppo ha riposto con la nomina di Carlo Robiglio quale nuovo presidente del CdA, aprendo poi ad una fase conclamata di crisi, che segue i pessimi risultati trimestrali presentati dal quotidiano di Confindustria ed è sfociata nel rinnovo della fiducia da parte dell’associazione imprenditoriale. 

In attesa che l’assemblea di metà novembre confermi gli attuali vertici, il management sta lavorando al piano di rilancio, che passa per un aumento di capitale e poggia sul sostegno di Confindustria. 

Il Sole 24 Ore, scattata l’ispezione Consob negli uffici di Milano
Il Sole 24 Ore, scattata l’ispezione Consob negli uffici di ...