Il petrolio sfonda i 50 dollari al barile

(Teleborsa) – Torna a salire il prezzo del petrolio che riconquista la soglia dei 50 dollari al barile, rivedendo i massimi che non vedeva lo scorso giugno.  

Le quotazioni di greggio hanno ritrovato forza beneficiando dei positivi dati sulle scorte di oro nero, pubblicate ieri dal Dipartimento dell’Energia e, dell’aspettativa di una riduzione dell’output OPEC.

Il contratto sul Light Crude statunitense sfonda i 50 dollari e scambia ora a 50,11 dollari, in recupero rispetto ai minimi toccati nella notte in Asia e sui livelli di chiusura di ieri. Più tonico il Brent che avanza dello 0,58% a 50,1 dollari, rappresentando un riferimento più accurato del greggio prodotto dal cartello OPEC.

Il petrolio sfonda i 50 dollari al barile
Il petrolio sfonda i 50 dollari al barile