I numeri della Green Economy in Borsa: un giro d’affari da 700 milioni nel primo semestre

(Teleborsa) – La Green Economy italiana quotata si conferma un modello di successo che genera ricchezza ed effetti positivi sull’economia nazionale in ottica sostenibile: con un giro d’affari pari a 1,6 miliardi di euro (+14% vs 2014), impiega più di 3.000 risorse e vale circa 1,2 miliardi di euro in termini di capitalizzazione di mercato.

Lo rileva il rapporto di VedoGreen, che ha creato l’indice VedoGreen, comprendente 24 Small & Mid cap quotate a Piazza Affari.

Ebitda margin del 28,3%, oltre 3 mila dipendenti e un giro d’affari di 704 milioni di euro, nei primi sei mesi dell’anno.

Le piccole e medie società attive nell’industria verde e quotate sui segmenti SWtar e Aim Italia di Borsa italiana registrano fondamentali in crescita nel primo semestre 2016, con ricavi in media in incremento del 18%.

I settori più rappresentativi della Green Economy Italiana sono Smart Energy (che rappresenta il 67% in termini di società e fatturato e il 58% in termini di market cap) e Green Mobility (13% in termini di società e fatturato e il 10% in termini di capitalizzazione). A livello geografico, le regioni maggiormente rappresentate sono quelle del Nord, con la Lombardia al primo posto (il 29% delle società), seguita da Emilia Romagna (21%). Seguono Toscana, Lazio, Friuli, Marche e Piemonte.

I numeri della Green Economy in Borsa: un giro d’affari da 700 milioni nel primo semestre
I numeri della Green Economy in Borsa: un giro d’affari da 700 mili...