Guess paga dazio a Wall Street con utili e ricavi deboli

(Teleborsa) – Sotto pressione Wall Street il titolo Guess che esibisce una variazione percentuale negativa dell’11,23%.

Driver principale sono i ricavi e utili del terzo trimestre annunciati dalla catena di abbigliamento che si sono rilevati più deboli delle attese. A pesare sui conti è stata soprattutto la debolezza delle vendite a parità di perimetro negli Stati Uniti e in Canada.

L’utile è sceso a 9,7 milioni di dollari, con un utile per azione in calo da 0,15 a 0,11 mentre il giro d’affari è cresciuto del 2,9% a 536 milioni sotto le stime (+5-8%) indicate dalla società.  

La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 14,02 dollari. Ottimale ancora il ruolo funzionale di supporto offerto da 13,14. Complessivamente il contesto generale potrebbe giustificare una continuazione della fase di consolidamento verso quota 12,68.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Guess paga dazio a Wall Street con utili e ricavi deboli
Guess paga dazio a Wall Street con utili e ricavi deboli