Gruppo Waste Italia, situazione patrimoniale conferma necessità aumento capitale

(Teleborsa) – Il CdA di Gruppo Waste Italia ha approvato la situazione patrimoniale della Società al 30 novembre 2016, predisposta ai soli fini di verifica del presupposto di continuità aziendale (ex-articoli 2446 e 2447 del codice civile) e del valore di carico della sub holding Ambiente Waste Italia Partecipazioni, a seguito del Provvedimento Consob.

Dalla situazione patrimoniale emerge che il patrimonio netto della Società al 30 novembre 2016 era positivo per circa 10,8 milioni di euro, tenendo conto di una destinazione a riserve di crediti vantati dal socio di riferimento Sostenya Group Plc, anche in seguito alla perdita rilevata per il periodo 1 gennaio 2016 – 30 novembre 2016, pari a 45,9 milioni. Confermata così la fattispecie di cui all’articolo 2446 del codice civile.

Il Consiglio di Amministrazione ha quindi conferito al Presidente del Consiglio di Amministrazione la delega a convocare un prossimo Consiglio di Amministrazione “notarile”, per deliberare in merito al ripristino del capitale, utilizzando l’espressa delega quinquennale conferita dall’Assemblea Straordinaria degli azionisti del 17 settembre 2013 ad aumentare il capitale sociale di 150 milioni di euro. L’ammontare residuo ancora disponibile della delega concessa, alla data odierna è pari a 99,5 milioni.

Gruppo Waste Italia, situazione patrimoniale conferma necessità aumento capitale
Gruppo Waste Italia, situazione patrimoniale conferma necessità aumen...