Gruppo RCS ritorna all’utile nel 2016

(Teleborsa) – Ritorno all’utile per il Gruppo RCS che nel 2016 ha riportato un risultato netto dell’esercizio positivo per 3,5 milioni di euro, in crescita di oltre 179 milioni rispetto al risultato netto negativo di 175,7 milioni del 2015. 

Nello stesso periodo, i ricavi netti consolidati si attestano a 968,3 milioni di euro in calo dai 1032,2 dello stesso periodo 2015, con un decremento di 63,9 milioni, che – a perimetro omogeneo – si riduce a 40,7 milioni. 

L’EBITDA risulta positivo per 89,9 milioni, in miglioramento di oltre 73 milioni rispetto ai 16,4 milioni del 31 dicembre 2015.

Il risultato operativo (EBIT) è positivo per 35 milioni di Euro, con un miglioramento di 142 milioni rispetto all’anno precedente, che riflette il miglioramento dell’EBITDA e le minori svalutazioni di asset (0,7 milioni nel 2016 rispetto ai 64,1 milioni del 2015).

Anche l’indebitamento finanziario netto evidenzia un miglioramento, attestandosi a 366,1 milioni di euro (486,7 milioni al 31 dicembre 2015).

Il consiglio di Amministrazione che ha approvato i conti ha anche elaborato il Budget per l’esercizio in corso nell’ambito del quale sono previsti i seguenti obiettivi per il 2017:

– Ricavi in lieve calo (circa -2%)

– EBITDA pari a circa 140 milioni di Euro, con EBITDA margin in significativa crescita (da circa 10% a circa 15%)

– Crescita del Risultato Netto

– Net cash flow positivo e in miglioramento.

Il Consiglio di Amministrazione ha infine deliberato di convocare l’Assemblea Ordinaria in unica convocazione per il 27 aprile 2016.

A Piazza Affari, il titolo di RCS balza del 5,51%.

Gruppo RCS ritorna all’utile nel 2016
Gruppo RCS ritorna all’utile nel 2016