GM finisce nel mirino di Trump

(Teleborsa) – Si scaldano i toni tra Donald Trump e General Motors. Secondo il presidente eletto degli Stati Uniti d’America il colosso automobilistico di Detroit starebbe spedendo attraverso il confine, tax-free, i suoi modelli di Chevy Cruze prodotti in Messico ai rivenditori di auto statunitensi. “Deve produrre negli Stati Uniti o pagare le tasse doganali”, scrive in un tweet il tycoon newyorkese. 

Immediata la risposta dell’azienda guidata da Mary Barra: “tutte le berline Chevrolet Cruze vendute negli Stati Uniti sono prodotte nello stabilimento di Lordstown, in Ohio”, mentre solo “una piccola parte” dei modelli a due volumi costruiti in Messico per il mrcato globale è venduta negli Stati Uniti.

Stesso tipo di accuse erano state mosse nelle scorse settimane da Trump nei confronti della Boeing.

GM finisce nel mirino di Trump
GM finisce nel mirino di Trump