GM accelera dopo il boom delle immatricolazioni a settembre

(Teleborsa) – General Motors batte le sue sorelle nelle immatricolazioni USA a settembre. Infatti le vendite sono salite dell’11,9% a 279,397 unità, superiori in numero e in variazioni percentuali sia a quelle di Ford che di Fiat Chrysler (gli analisti si erano espressi per un +7,4%).

Nel dettaglio, le Chevrolet vendute sono cresciute del 17,4% a 199.801 unità, mettendo a segno il migliore settembre dal 2014. Le Buick sono invece calate del 20% a 16.737 pezzi, mentre le Gmc hanno registrato un +9,4% a 47.329 unità e le Cadillac hanno visto un +1,1% a 15.530 esemplari.

Quasi tutto il mercato delle auto, ad eccezione di FCA, interrompe la serie di cali verificatasi negli ultimi mesi. L’inversione di tendenza si spiega con la necessità di rimpiazzare i mezzi danneggiati dagli uragani di quest’estate, parallelamente alla massiccia campagna di sconti praticata dai principali marchi.

A seguito di queste notizie il titolo General Motors ha mostrato una salita bruciante del 2,48% sui valori precedenti. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 43,67 dollari USA, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 42,97. L’equilibrata forza rialzista di è supportata dall’incrocio al rialzo della media mobile a 5 giorni sulla media mobile a 34 giorni. Per le implicazioni tecniche assunte dovremmo assistere ad una continuazione della fase rialzista verso quota 44,37.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

GM accelera dopo il boom delle immatricolazioni a settembre
GM accelera dopo il boom delle immatricolazioni a settembre