Giornata drammatica in Borsa. Piazza Affari in forte calo

(Teleborsa) – Giornata drammatica per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in pesante ribasso, assieme agli altri Eurolistini. Scambi in lieve ribasso anche a Wall Street.

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,116. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,27%. Profondo rosso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 43,21 dollari per barile, in netto calo dell’1,59%.

Sale lo spread, attestandosi a 133 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,33%.

Tra gli indici di Eurolandia vendite su Francoforte, che registra un ribasso dell’1,49%, sostanzialmente debole Londra, che registra una flessione dello 0,30%, e seduta negativa per Parigi, che chiude gli scambi con una perdita dello 0,93%.

Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa del 2,43%; sulla stessa linea, si abbattono le vendite sul FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 17.840 punti, in forte calo del 2,20%. Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,63%, come il FTSE Italia Star (-0,6%).

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 4,13 miliardi di euro, con un incremento del 99,92%, rispetto ai precedenti 2,07 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,91 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 2,26 miliardi, mentre i contratti si sono attestati a 308.913, rispetto ai precedenti 239.774.

A fronte dei 216 titoli scambiati, sono giunte richieste di acquisto per 48 azioni. In lettera invece 160 titoli. Pressoché stabili le rimanenti 8 stocks.

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti. Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti Chimico (-4,41%), Banche (-3,98%) e Servizi per la finanza (-3,88%).

Giornata nera a Piazza Affari: tutti i titoli ad alta capitalizzazione sono in perdita. Le più forti vendite si sono abbattute su Banca MPS, che ha terminato le contrattazioni a -9,34%.

Tonfo di Azimut, che mostra una caduta del 6,35%.

Lettera su Mediobanca, che registra un importante calo del 5,80%.

Affonda Unicredit, con un ribasso del 5,79%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Diasorin (+3,83%), Banca Carige (+3,08%), Zignago Vetro (+2,84%) e Fila (+1,59%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Esprinet, che ha archiviato la seduta a -11,31%.

Crolla Anima Holding, con una flessione del 3,97%.

Vendite a piene mani su Banca Generali, che soffre un decremento del 3,39%.

Pessima performance per CIR, che registra un ribasso del 3,12%.

Giornata drammatica in Borsa. Piazza Affari in forte calo
Giornata drammatica in Borsa. Piazza Affari in forte calo