Germania, confermate spinte inflazionistiche sui prezzi alla produzione

(Teleborsa) – Impennata dei prezzi alla produzione in Germania, che di portano ai massimi degli ultimi 6 anni, confermando una spinta inflazionistica, derivante soprattutto dalle componenti energetiche.

Secondo l’Ufficio Federale di Statistica tedesco, i prezzi alla produzione a febbraio sono saliti dello 0,2% a livello mensile, dopo il +0,7% di gennaio. Il dato però risulta leggermente sotto le attese degli analisti, che avevano previsto un aumento dello 0,3%.

Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente i prezzi hanno segnato invece una salita del 3,1%, molto superiore al +2,4% di gennaio, superando le attese che avevano previsto una crescita del 2%. Questo è stato il più alto tasso annuo da dicembre 2012 (+3,5%)

I prezzi dell’energia hanno registrato una salita del 5,4% rispetto allo stesso mese del 2016, così l’indice dei prezzi alla produzione depurato della componente energetica avrebbe evidenziato una salita del 2,2% a livello annuale dello 0,3% a livello mensile.

Germania, confermate spinte inflazionistiche sui prezzi alla produzione
Germania, confermate spinte inflazionistiche sui prezzi alla prod...