Gentiloni a Londra incontra Theresa May, su Brexit “negoziato amichevole e costruttivo” – [ video ]

(Teleborsa) – Il Premier italiano Paolo Gentiloni si è recato ieri a Londra. Al numero 10 di Downing Street, residenza di tutti i Premier britannici, Gentiloni si è incontrato con il Primo Ministro inglese Theresa May per una colazione di lavoro. 

All’indomani del via libera della Camera di Comuni alla Brexit, il Presidente del Consiglio ha ricordato che l’uscita della Gran Bretagna dal Regno Unito non “sarà un negoziato semplice. Dobbiamo affrontarlo e, questo sarà l’atteggiamento italiano, in modo amichevole e costruttivo. Non abbiamo alcun interesse ad un negoziato distruttivo tra l’UE e il Regno Unito”, ha spiegato il Premier. Evidentemente, ha ammesso il Capo del Governo “non abbiamo accolto con gioia” la Brexit, “ma la rispettiamo. 

“Italia e Regno Unito hanno un interesse reciproco nel rassicurare i nostri concittadini italiani che vivono nel Regno Unito e britannici che vivono in Italia sul fatto che i loro diritti acquisiti saranno rispettati e trattati in condizioni di reciprocità, quindi trattati bene”.

Il discorso dei due leader ha toccato argomenti come l’economia e l’immigrazione, la politica internazionale.

 

Per quanto riguarda l’economia dell’area UE, Gentiloni ha spiegato: “è presto per vedere gli effetti della Brexit sui mercati, ma l’Unione europea non è un microbo, dobbiamo guardare alle nostre potenzialità, la UE può svolgere un ruolo crescente”.

Gentiloni si è poi soffermato sull’austerity dell’Eurozona che secondo il Premier “non è l’unico parametro” se vuole rispondere con efficacia alla sfida dei populismo e “sono fiducioso che sia vicino” a capirlo.

Sull’immigrazione , il Presidente del Consiglio ribadisce che “l’Italia ha bisogno di una strategia comune dell’Europa, nella quale il peso ai flussi migratori sia condiviso dai diversi Paesi europei”

Da parte sua, Theresa May riconoscendo come all’Italia tocchi il ruolo di “primo destinatario” dei flussi migratori in Europa, ha affermato che in Gran Bretagna “arriveranno altri 20mila rifugiati”, e” la Gran Bretagna sta dando un significativo sostegno finanziario alla crisi umanitaria in Siria con 2,3 miliardi di sterline. Serve un approccio complessivo” sul tema dell’immigrazione.

Gentiloni a Londra incontra Theresa May, su Brexit “negoziato amichevole e costruttivo” – [ video ]
Gentiloni a Londra incontra Theresa May, su Brexit “negoziato a...