General Electric, JP Morgan boccia il piano di riassetto

(Teleborsa) – Retrocede molto General Electric, che esibisce una variazione percentuale negativa del 2,81%.

A pesare sulle azioni sono le dichiarazioni rilasciate da Stephen Tusa, analista di JP Morgan. Secondo l’esperto, i recenti cambiamenti ai vertici del colosso, “sono chiaramente fattori negativi” per la conglomerata industriale. Venerdì scorso, 6 ottobre, GE ha annunciato che, a partire dal prossimo 1° novembre, il direttore finanziario Jeffrey Bornstein sarà sostituito da Jamie Miller.

La holding ha anche annunciato il ritiro dei suoi vicepresidenti, comunicando di aver eletto il direttore generale dell’investitore Trian Fund Management al CdA.

Il quadro tecnico di General Electric suggerisce un’estensione della linea ribassista verso il pavimento a 23,49 dollari USA con tetto rappresentato dall’area 24,03. Le previsioni sono per un prolungamento della fase negativa al test di nuovi minimi individuati a quota 23,28.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

General Electric, JP Morgan boccia il piano di riassetto
General Electric, JP Morgan boccia il piano di riassetto