G20, a Baden Baden prevale la linea Trump

(Teleborsa) – Nulla di fatto dal G20 di Baden Baden. Il summit dei 20 ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali è terminato con uno stringato comunicato conclusivo dove non è stato preso alcun impegno in merito al protezionismo ed ai cambiamenti climatici. “Lavorare per rafforzare il contributo del commercio mondiale alla crescita economica”. E’ questo il semplice e generico richiamo a cui sono giunti i 20 ministri dei Paesi più industrializzati.

Sotto la pressione della nuova amministrazione Trump, dunque scompare l’impegno a evitare il protezionismo. Nessun accenno al World Trade Organization (WTO) l’Organizzazione mondiale del Commercio, come foro per risolvere i problemi commerciali. Nessuna parola è stata spesa ne’ sul cambiamento climatico ne’ all’Accordo di Parigi. Le omissioni sono state lette da molti come un segnale che Trump voglia andare dritto all’obiettivo di “difesa dei lavoratori americani”.

Delusione da parte dei ministri europei, a partire da Francia e Germania, mentre  Christine Lagarde, Direttore del Fondo Monetario Internazionale (FMI) chiede maggiore cooperazione globale tra le maggiori economie per sostenere la crescita.

“La cooperazione globale e il perseguimento di politiche corrette possono aiutare a raggiungere una crescita economica sostenuta, equilibrata e inclusiva, mentre politiche sbagliate possono arrestare questo processo” ha dichiarato, il numero uno del FMI.

G20, a Baden Baden prevale la linea Trump
G20, a Baden Baden prevale la linea Trump