Fusione BPM-Banco Popolare, inizia il conto alla rovescia

(Teleborsa) – In un settore bancario oggi in recupero, spuntano le performance positive di Banco Popolare e Banca Popolare Milano.

I riflettori del mercato sono accesi da tempo sulle due popolari, mentre nel weekend le assemblee dei rispettivi istituti sono chiamate a votare sulla loro fusione. 

Banco Popolare che sale del 4% viene premiato dal mercato, per l’annuncio arrivato prima dell’avvio degli scambi, sulla cessione di 618 milioni di euro di crediti in sofferenza.

Rialzi di oltre il 4% vengono registrati anche dalla Popolare di Milano. Per gli analisti di Kepler Cheuvreux il titolo di Piazza Meda è “hold”. Target price a 0,50 euro. 

La prospettata fusione tra i due istituti ha incassato nei giorni scorsi l’approvazione dei sindacati del credito.

Per l’agenzia di rating Moody’s l’operazione di integrazione tra il Banco Popolare e la Popolare di Milano “è positiva”. Se le assemblee di sabato non dovessero esprimere un voto favorevole, e quindi la fusione non andare in porto, “sarebbe un’occasione persa visto che la mossa che farebbe nascere il terzo gruppo bancario” ha spiegato l’agenzia.

Fusione BPM-Banco Popolare, inizia il conto alla rovescia
Fusione BPM-Banco Popolare, inizia il conto alla rovescia