Francia, si allarga il deficit delle partite correnti a giugno

(Teleborsa) – Aumenta il deficit delle partite correnti francese, attestandosi a giugno a 2,1 miliardi di euro rispetto al saldo negativo di 1,9 miliardi di maggio (dato rivisto dalla prima lettura pari a -2,3 miliardi).

Lo rivela la Banque de France spiegando che le esportazioni sono scese a 39,2 miliardi da 40,3 miliardi (dato rivisto da 40,1 mld) mentre le importazioni sono diminuite a 43,8 miliardi dai 44,7 mld rivisti del mese precedente (45 miliardi il preliminare). Il saldo della bilancia commerciale è peggiorato così a -4,7 miliardi, contro un disavanzo di 4,4 miliardi precedente (dato rivisto da 4,9 mld), risultando migliore del deficit previsto dal mercato pari a 5,1 miliardi.

Le partite correnti non sono altro che la somma della bilancia commerciale (data dalle differenza tra esportazioni ed importazioni) e gli interessi e dividendi maturati sul debito estero accumulato per finanziare esportazioni nette negative (cioè quando il valore delle importazioni supera quello delle esportazioni).

Francia, si allarga il deficit delle partite correnti a giugno
Francia, si allarga il deficit delle partite correnti a giugno