Fondo Atlante, nuova liquidità alle banche venete per rafforzare il patrimonio

(Teleborsa) – Arrivano i soldi per le banche venete in difficoltà, partecipate dal Fondo Atlante. Quaestio Capital, azionista di controllo dei veicolo a partecipazione pubblico-privata, si è impegnato a versare 628 milioni di euro per Veneto Banca e 310 milioni per Banca Popolare di Vicenza, in conto futuro aumento di capitale. 

Lo ha annunciato la SGR che controlla il Fondo Atlante, segnalando che il versamento verrà effettuato entro il 5 gennaio prossimo, in unica soluzione ed in via “irreversibile”, nel senso che nell’ipotesi in cui non si dovesse dare corso per una qualunque ragione all’aumento di capitale, il versamento resterà comunque definitivamente acquisito al patrimonio della banca, senza che il fondo Atlante o Quaestio Capital Management possano chiederne la restituzione.

Quaestio precisa che l’iniezione di liquidità dell’azionista di controllo delle due banche “è finalizzato a rafforzare i coefficienti patrimoniali”.

Fondo Atlante, nuova liquidità alle banche venete per rafforzare il patrimonio
Fondo Atlante, nuova liquidità alle banche venete per rafforzare il&n...