Fincantieri, prove di dialogo. Incontro a Roma con Padoan e Calenda

(Teleborsa) – “Difenderemo gli interessi dell’Italia con tranquillità e forza”. Con queste parole il capo del Governo, Paolo Gentiloni riassume la linea che l’Italia ha deciso di seguire sull’affaire Fincantieri-Stx e che sarà ribadita anche oggi durante l’incontro a Roma con il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire.  

Ieri sera c’è stato un meeting tra il premier e i ministri dell’Economia Pier Carlo Padoan e dello Sviluppo Carlo Calenda per discutere proprio della vicenda dei cantieri navali di Saint-Nazaire. 

“A Fincantieri il 50% in Stx, ma la piena guida dei cantieri”. Questa, invece, sarà la proposta che Parigi avanzerà in occasione dell’incontro odierno. “La nostra scelta è Fincantieri” – assicura Le Maire in un’intervista al Corriere della Sera – “Siamo due nazioni sorelle. Vogliamo lavorare mano nella mano con l’Italia, sia in campo industriale sia sull’unione politica e monetaria”.

“Abbiamo proposto – spiega il membro dell’esecutivo – un patto tra azionisti al 50-50 tra partner italiani e francesi: 50% per Fincantieri, 33% per lo Stato francese, 14,66% per l’azienda francese Naval Group, 2% per i lavoratori. Nella nostra proposta, il presidente del consiglio di amministrazione, designato da Fincantieri, dispone di una voce preponderante in caso di uguaglianza. Fincantieri è dunque chiaramente alla guida dei cantieri navali”. 

Ricapitolando, i francesi propendono per uno schema paritario nel capitale di Stx France, l’Italia non è disposta a cedere e oggi ribadirà che Fincantieri vuole il controllo della maggioranza e il controllo del sito.

Fincantieri, prove di dialogo. Incontro a Roma con Padoan e Calenda
Fincantieri, prove di dialogo. Incontro a Roma con Padoan e Calen...