Ferrovie: intesa Regione-RFI per sviluppo infrastrutture in Friuli Venezia Giulia

(Teleborsa) – “Potenziamento infrastrutturale e tecnologico per migliorare gli standard di qualità del servizio ferroviario e velocizzare i collegamenti tra il Friuli Venezia Giulia e il resto del Paese. Riattivazione della linea Sacile – Gemona, per treni viaggiatori e finalità turistiche. Sviluppo dell’intermodalità ferro/gomma/bici, miglioramento dell’accessibilità nelle stazioni per le persone a ridotta mobilità e interventi a favore dei collegamenti transfrontalieri”. Sono questi i principali contenuti del Protocollo d’intesa, firmato oggi a Roma dalla presidente della Regione Debora Serracchiani e l’amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana Maurizio Gentile.

Il Protocollo d’intesa- spiega RFI- riguarda molti aspetti legati alle competenze regionali in materia di trasporto ferroviario delle persone tra i quali l’interesse regionale alla connessione con il nodo di Venezia Mestre e la competenza sui servizi ferroviari anche transfrontalieri.

L’intesa fa seguito all’Accordo quadro tra Friuli Venezia Giulia e RFI sottoscritto nel febbraio 2016, finalizzato a rendere più competitivo il Sistema Regione attraverso un rafforzamento del trasporto su ferro e rientra nelle procedure per un nuovo affidamento del servizio di trasporto ferroviario regionale.

L’investimento economico complessivo relativo agli interventi inseriti nel Protocollo è pari a 2,6 miliardi di euro, di cui 413 milioni già finanziati. 

Tra gli obiettivi perseguiti, figura in particolare la velocizzazione della linea Venezia Mestre – Trieste, per far viaggiare ai treni di viaggiare a una velocità massima di 200 chilometri orari e di ridurre i tempi di viaggio a poco più di un’ora.

Ferrovie: intesa Regione-RFI per sviluppo infrastrutture in Friuli Venezia Giulia
Ferrovie: intesa Regione-RFI per sviluppo infrastrutture in Friuli Ven...