Ferrari, utile netto sale a 136 milioni (+30%)

(Teleborsa) – La Ferrari  chiude il secondo trimestre con un utile netto adjusted in aumento del 30% a 136 milioni di euro e con un ebit adjusted pari a 202 milioni “a livello record” (+29%) verso “un altro grande anno”.

I ricavi netti sono cresciuti a 920 milioni: +13,5%. 

Le vetture consegnate hanno raggiunto le 2.332 unità, con un incremento di 118 unità o del 5,3% rispetto all’anno precedente. Questo risultato è stato trainato da un aumento del 36% delle vendite dei modelli a 12 cilindri (V12), mentre quelle dei modelli a 8 cilindri (V8) sono state sostanzialmente in linea con l’anno precedente.

L’indebitamento industriale netto è sceso a 627 milioni dal 31 dicembre 2016.

Confermato l’outlook per il 2017. Il Gruppo stima consegne per circa 8.400 unità, incluse le supercar; ricavi netti superiori a 3,3 miliardi ed un ebitda adjusted oltre 950 milioni. L’indebitamento industriale netto è stimato intorno a 500 milioni, inclusa una distribuzione ai possessori di azioni ordinarie ed esclusi potenziali riacquisti di azioni.

Ferrari, utile netto sale a 136 milioni (+30%)
Ferrari, utile netto sale a 136 milioni (+30%)