Fed, Janet Yellen difende la riforma finanziaria e l’indipendenza della banca centrale

(Teleborsa) – La Presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, dinanzi alla commissione Finanze della Camera USA, ha confermato l’impostazione “accomodante” della politica monetaria, pur notando che l’economia USA “si è ripresa più velocemente di quella europea” dopo la crisi del 2008. 

In realtà, non tutto è positivo, perché i miglioramenti del mercato del lavoro, vengono controbilanciati dal calo della produttività, che porta la crescita economica “sotto le aspettative”. 

In occasione della due giorni per la presentazione della relazione semestrale sulla politica monetaria, la Yellen ha ribadito quanto detto ieri alla commissione Bancaria del senato USA, lasciando intendere che un aumento dei tassi è ormai dietro l’angolo.

La chairwoman della Fed, parlando a braccio, ha affrontato anche altre tematiche, parlando ad esempio della solidità del sistema finanziario, frutto della regolamentazione più severa (riforma di Obama) varata dopo la crisi e dei più elevati requisiti patrimoniali chiesti alle banche USA, che il nuovo Presidente Trump vorrebbe eliminare. 

La Yellen ha detto anche che la banca centrale americana continuerà a lavorare per ridurre il budget lievitato oltre 4.000 miliardi di dollari ed ha criticato la proposta dei Repubblicani di istituire un sistema di revisione dei conti della Fed, riaffermando l’indipendenza economica della banca centrale e della gestione della politica monetaria.

Fed, Janet Yellen difende la riforma finanziaria e l’indipendenza della banca centrale
Fed, Janet Yellen difende la riforma finanziaria e l’indipendenz...