FCA crolla sui rumors di un’accusa dell’EPA

(Teleborsa) – Lo scandalo sul diesegate continua a mietere vittime con nuvole all’orizzonte per Fiat Chrysler Automobiles negli Stati Uniti.

 Secondo alcuni rumors di stampa FCA potrebbe esser coinvolta nelle irregolarità sullo scandalo delle emissioni ambientali negli USA.

L’agenzia per la protezione ambientale statunitense ( Environmental Protection Agency) avrebbe accusato la società di utilizzare un software per modificare le emissioni nei motori diesel. Sarebbero coinvolte 100mila vetture.

Sulla scia delle indiscrezioni, il titolo del gruppo automobilistico crolla a Piazza Affari. A pochi minuti dallo stop delle contrattazioni FCA, torna alle contrattazioni dopo essere stato sospeso anche al ribasso e ora cede il 18%.

Lo status tecnico di Fiat Chrysler Automobiles è in rafforzamento nel breve periodo, con area di resistenza vista a 10,2, mentre il primo supporto è stimato a 8,41. Le implicazioni tecniche odierne propendono per un ampliamento della performance in senso rialzista, con resistenza vista a quota 11,99.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

FCA crolla sui rumors di un’accusa dell’EPA
FCA crolla sui rumors di un’accusa dell’EPA