Falck Renewables sotto pressione dopo un downgrade

(Teleborsa) – Ribasso scomposto per la società attiva nella green economy, che esibisce una perdita secca del 5,54% sui valori precedenti.

Driver principale del ribasso è la bocciatura giunta dagli analisti di Kepler Cheuvreux che hanno abbassato il giudizio sul titolo a hold. Il target price è stato fissato a 1,6 euro e si confronta con gli 1,48 euro delle attuali quotazioni.

La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 1,585 Euro. Ottimale ancora il ruolo funzionale di supporto offerto da 1,391. Complessivamente il contesto generale potrebbe giustificare una continuazione della fase di consolidamento verso quota 1,299.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Falck Renewables sotto pressione dopo un downgrade
Falck Renewables sotto pressione dopo un downgrade