Eurozona, frena il terziario ad agosto

(Teleborsa) – L’economia dell’Eurozona continua a mostrasi solida, nonostante il rallentamento dei servizi ad agosto. La lettura degli indici PMI Markit confermano i livelli record dell’attività economica in 7 anni, che permane in zona espansione (oltre i 50 punti).

Ad agosto l’indice dei direttori d’acquisto delle attività terziarie nella Zona Euro si è attestato a 54,7 punti, in lieve calo rispetto alla stima flash (54,9) e in discesa rispetto ai livelli di luglio (55,4). Deluse le attese, che erano per una conferma del preliminare.

Nello stesso periodo il PMI Composite viene confermato a 55,7 punti come nel mese di luglio, ma il dato si è rivelato leggermente inferiore rispetto alla stima flash e al consensus (55,8 punti).

Per quanto riguarda le economie più importanti, l’Italia tocca il suo minimo in 2 mesi (55,8 punti), mentre la Germania si conferma la migliore per crescita, toccando anche il suo massimo in 2 mesi (55,8 punti). Francia e Spagna si posizionano al di sotto del dato europeo (55,2 e 55,3 rispettivamente).

Eurozona, frena il terziario ad agosto
Eurozona, frena il terziario ad agosto