Effetto petrolio sulle borse asiatiche

(Teleborsa) – Finale con segni misti per le principali borse europee, penalizzate dalla debolezza del mercato statunitense e dalla forte correzione dei prezzi del greggio. L’EIA, divisione del Dipartimento dell’Energia americano, ha annunciato un nuovo calo delle scorte di petrolio nella settimana al 9 settembre. I prezzi nell’ultimo periodo, si muovono in altalena, in vista dell’incontro informale dei membri OPEC, a fine settembre ad Algeri, volto al congelamento della produzione di greggio.

A Tokyo, l’indice Nikkei ha chiuso con un calo dell’1,26% a 16.404,31 punti, mentre il Topix ha ceduto l’1,02% a 1.301,27 punti. Chiuse per festività le borse di Shangai e Taiwan. 

Deboli anche le borse cinesi, con Shenzhen che arretra dello 0,46% Positiva Seul +0,40% che ha riaperto oggi i battenti dopo la chiusura festiva di ieri.

Fra gli altri mercati che chiuderanno più tardi le contrattazioni, tonica Hong Kong che guadagna lo 0,63%, assieme a Jakarta +1,05%, Bangkok +0,24% e Sydney +0,23%. Limature per Mumbay -0,05%Giù Kuala Lumpur che perde lo 0,36% e Singapore lo 0,49%.

Effetto petrolio sulle borse asiatiche
Effetto petrolio sulle borse asiatiche