Disney dice goodbye a Netflix

(Teleborsa) – Walt Disney dice addio a Netflix. Il gigante dei cartoon ha deciso che non fornirà più i suoi film alla piattaforma di tv in streaming a partire dal 2019, mettendo così fine alla loro partnership. La decisione arriva dopo che Disney ha annunciato di aver acquistato la maggioranza di BAMTech e lancerà quindi il suo servizio di streaming video multi-sport con marchio ESPN all’inizio del 2018, seguito da un nuovo servizio di streaming direttamente da consumatore a marchio Disney 2019.

In termini di transazione, Disney pagherà 1,58 miliardi di dollari per acquisire un’ulteriore quota del 42% in BAMTech, leader mondiale nella tecnologia di streaming. Disney aveva già acquisito in precedenza una quota del 33% in BAMTech in base ad un accordo che includeva un’opzione per acquisire una quota di maggioranza per diversi anni. Il deal rappresenta un’accelerazione del calendario per il controllo della proprietà.

La decisione rappresenta “una strategia di crescita totalmente nuova che sfrutta un’incredibile opportunità che la tecnologia ci consente per ottenere il massimo rendimento dai nostri grandi marchi”, ha detto l’amministratore delegato Robert A. Iger. Un duro colpo invece per Netflix, che deve fare i conti con una concorrenza sempre più agguerrita.

Intanto, guardando ai conti del terzo trimestre, Disney ha riportato un utile netto in calo del 9% a 2,366 miliardi di dollari rispetto ai
2,597 dello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi sono rimasti pressoché stabili a 14,238 miliardi di dollari rispetto ai 14,227 riportati nel periodo precedente.

Disney dice goodbye a Netflix
Disney dice goodbye a Netflix