Corte UE: Italia deve recuperare 13 mln di aiuti elargiti a Portovesme

(Teleborsa) – Il Governo italiano dovrà recuperare 13 milioni di euro di aiuti forniti a Portovesme. Lo ha deciso la Corte di giustizia UE che ha dato ragione alla Commissione UE.

Bruxelles, infatti, aveva dichiarato gli aiuti incompatibili con il mercato comune e aveva ordinato all’Italia di recuperarli presso i beneficiari. Una decisione che Portovesme aveva impugnato ricorrendo al Tribunale dell’Unione che infine ha dato ragione alla Commissione.

La Corte conferma “l’argomentazione per cui l’instaurazione di una concorrenza leale nel mercato interno, da un lato, e il rafforzamento della coesione economica, sociale e territoriale, dall’altro, costituiscono due distinte politiche dell’Unione, tra le quali non esiste alcuna gerarchia. La Commissione, nell’esercizio del suo potere discrezionale, non è tenuta a far prevalere gli scopi della politica di coesione economica e sociale su quelli della politica della concorrenza. Pertanto, il controllo degli aiuti di Stato va fatto unicamente nell’ottica di protezione della concorrenza leale”.

In conclusione, il tribunale europeo mantiene la decisione della Commissione 2011/746/UE, che impone il recupero dalla Portovesme di quasi 13 milioni di euro di aiuti.

 

 

 

 

 

Corte UE: Italia deve recuperare 13 mln di aiuti elargiti a Portovesme
Corte UE: Italia deve recuperare 13 mln di aiuti elargiti a Porto...