Corea Nord – Stati Uniti, le provocazioni continuano

(Teleborsa) – Non si ferma l’escalation di minacce tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord che alimentano la tensione e pesano sui mercati, facendo impennare la volatilità ed il valore dei beni rifugio.

L’ultima provocazione, al momento solo verbale, arriva dal Presidente Donald Trump che on Twitter scrive: “le misure militari sono ora state allestite in pieno e pronte a colpire, in caso la Corea del Nord agisse incautamente. Speriamo che Kim Jong Un trovi un’altra strada”. Il tweet arriva dopo le minacce di Pyongyang in cui il regime spiegava: “il presidente Trump ci sta portando sull’orlo di una guerra nucleare”, come diffuso dall’agenzia nordcoreana Korean Central News Agency -KCNA .”Vi spazzeremo via – si legge nel testo diffuso dai media USA – vi cancelleremo dalla faccia della terra. Il comportamento isterico e imprudente di Trump potrebbe ridurre gli USA in cenere ogni momento”.

Questo è solo l’ultimo epilogo di una serie di minacce al vetriolo tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti in vista dell’ultimatum di Ferragosto. 

Intanto la Cina rinnova l’invito alla moderazione e ad allentare le tensioni, così come fa il cancelliere tedesco Angela Merkel  spiega: “non c’è una soluzione militare nella crisi con la Corea del Nord” e la retorica delle minacce “è la risposta sbagliata”.

La Russia da parte sua ha rafforzato i sistemi anti-aerei dislocati nell’Estremo Oriente del Paese, ovvero nelle aree limitrofe alla Corea del Nord, come ha spiegato Viktor Ozerov, ex capo della commissione Sicurezza e Difesa all’agenzia di informazione russa RIA Novosti.

Corea Nord – Stati Uniti, le provocazioni continuano
Corea Nord – Stati Uniti, le provocazioni continuano