Conti pubblici, Italia promossa a metà dall’UE. Moscovici: “La ripresa è buona notizia, ma ridurre debito”

(Teleborsa) – “Con un deficit al 3%, l’Italia non sarebbe in grado di ridurre il suo altissimo debito pubblico”. Lo ha detto il commissario europeo e agli Affari economici, Pierre Moscovici, in un’intervista all’ANSA, suggerendo che l’Italia “ha bisogno di continuare a seguire quello che Pier Carlo Padoan chiama il sentiero stretto tra la riduzione del deficit e il sostegno della crescita”. “Il 3% è stato concepito come un limite, non un obiettivo”, ha precisato il commissario.

Per Moscovici “la buona notizia è che l’economia italiana è finalmente in ripresa e questo faciliterà la riduzione del debito”, la cui ampiezza “resta il principale punto debole” delle finanze pubbliche del Paese. 

In merito alle iniziative sollecitate più volte da Italia, Francia e Germania per avere un maggiore controllo sugli investimenti esteri nell’UE, in particolare quelli provenienti dalla Cina, il commissario, ha detto che “occorre rivedere le regole sugli investimenti esteri in UE” e, in tal senso, la Commissione “presenterà iniziative concrete in autunno”.

Conti pubblici, Italia promossa a metà dall’UE. Moscovici: “La ripresa è buona notizia, ma ridurre debito”
Conti pubblici, Italia promossa a metà dall’UE. Moscovici: ...