Confindustria stima una battuta d’arresto per l’attività industriale

(Teleborsa) – Secondo il Centro Studi di Confindustria, la produzione industriale italiana registrerà una frenata, nel mese di novembre. L’indicatore registrerà una flessione dello 0,4% rispetto a ottobre, quando è stata stimata una variazione positiva dello 0,7% su settembre.  

Nel quarto trimestre del 2016 la variazione congiunturale acquisita dell’attività è cresciuta dello 0,5% mentre nel terzo si è avuto un incremento dell’1,2%.

La produzione, al netto del diverso numero di giornate lavorative, è avanzata in novembre dell’1,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno; in ottobre è stato rilevato un incremento del 2,9% su ottobre 2015.

Gli ordini in volume hanno registrato una variazione di +0,1% in novembre su ottobre (+1,3% su novembre 2015), quando erano aumentati dello 0,5% su settembre (+0,5% sui dodici mesi).

“Gli indicatori qualitativi – spiegano da Viale dell’Astronomia – sono coerenti con una debole crescita della produzione nell’ultimo trimestre del 2016”. In novembre, “la fiducia degli imprenditori manifatturieri è tornata a peggiorare dopo due mesi di recupero: l’indice generale è sceso di 0,9 punti (a 102,0), dopo +1,7 punti cumulati in settembre e ottobre”.

Confindustria stima una battuta d’arresto per l’attività industriale
Confindustria stima una battuta d’arresto per l’attività ...