Commercio, Confesercenti: “Oltre un’impresa su sei ha titolari stranieri”

(Teleborsa) – Oltre un’impresa su sei nel commercio ha titolari stranieri, il 18,5% del totale. Secondo l’Osservatorio Confesercenti, ad agosto 2016 le imprese ‘etniche’ nel settore sono oltre 160mila, con un aumento di circa 7mila (+4,6%) rispetto all’anno precedente. Ma questo boom di aperture degli immigrati non ferma la desertificazione: in dodici mesi, infatti, il settore ha perso quasi 2mila negozi. 

Le imprese straniere battono quelle italiane anche sul fronte del lavoro con una crescita degli addetti 7 volte sopra la media del commercio (+8,7% contro +1,7%). Alcuni settori vedono una crescita a doppia cifra, come le frutterie non italiane (+11,8%) e i negozi di apparecchiature informatiche e tlc (+11,2%). Nel commercio ambulante, poi, gli imprenditori stranieri sono oramai la maggioranza (il 53,1% con 103 mila attività). “Il dinamismo dell’imprenditoria non italiana nel commercio è un fatto positivo”, spiega il segretario generale di Confesercenti, Mauro Bussoni, che vede però “criticità” nel trend di crescita.

Commercio, Confesercenti: “Oltre un’impresa su sei ha titolari stranieri”
Commercio, Confesercenti: “Oltre un’impresa su sei ha tito...