Clabo su di giri a Piazza Affari dopo i conti

(Teleborsa) – Vendite in miglioramento per Clabo nel 2° trimestre dell’anno. L’azienda attiva nel settore degli arredi per la ristorazione ha registrato ricavi consolidati pari a 21,3 milioni di euro, in crescita del +10% rispetto ai ricavi consolidati pro-forma al 30 giugno 2015 (Euro 19,4 milioni). Aumenta la quota di ricavi orientati all’export derivanti dall’estero, che passa dal 51% al 53% del totale; in particolare i ricavi provenienti dall’area Euro aumentano di oltre il 17% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il risultato netto consolidato, invece, è pari a 0,7 milioni da 1 milione consolidato pro-forma al 30 giugno 2015.

“Il nostro Gruppo ha registrato nella prima metà dell’anno una sensibile crescita degli ordini che ha permesso il miglioramento della performance delle vendite rispetto al primo semestre dell’esercizio precedente, ha commentato Pierluigi Bocchini, Presidente e CEO di Clabo aggiungendo che “i mercati di riferimento, nonostante l’attuale fase di incertezza, si sono distinti, ancora una volta, tra i più solidi e anticiclici a livello internazionale. Abbiamo raggiunto quasi un +10% di raccolta ordini rispetto al semestre dell’anno precedente il che ci rende confidenti sulle prospettive delle performance di fatturato di luglio e dei mesi futuri”.

Clabo ha inoltre avviato un importante programma di investimento produttivo che si svilupperà nel corso del periodo 2016-2019 e che ci vedrà investire oltre 6 mln di euro, coperti da agevolazioni per oltre 4, cui siamo stati ammessi in forza degli interventi riconducibili alla Legge 181/89.  Il progetto consiste nell’ampliamento e nella riqualificazione della capacità produttiva dell’unità di Jesi a seguito dell’introduzione di nuovi prodotti come il JOBS e l’Arredo Custom Line. “Gli obiettivi commerciali che la Società si prefigge di raggiungere con il progetto di investimento, consistono nell’aumento del livello di marginalità aziendale e nel miglioramento della qualità dei prodotti offerti, nonché nell’incremento costante delle vendite, in particolare attraverso la penetrazione stabile in mercati internazionali in crescita”.

Brillante il titolo a Piazza Affari: +6,67%.

Clabo su di giri a Piazza Affari dopo i conti