Circolar economy, ENEA presenta un piano d’azione in quattro punti

(Teleborsa) – L’economia circolare viene ancora troppo spesso considerata unicamente come metodologia per individuare soluzioni di riutilizzo dei materiali. Questo aspetto seppur fondamentale, descrive soltanto uno dei possibili ambiti rispetto ad un potenziale ben più ampio.

Oggi ENEA nel corso dell’evento “Innovazione e competitività: la via italiana verso la circular economy” presenta un piano di azione in quattro punti per il “modello italiano” sull’economia circolare per favorire la transizione dell’Italia verso un nuovo modello di sviluppo che coniughi competitività, innovazione e sostenibilità ambientale.

“Istituzioni, enti di ricerca e imprese, commenta Roberto Morabito, direttore del dipartimento Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali dell’ENEA, sono già attivi in questo ambito con numerose iniziative, che restano però troppo isolate”. Secondo Morabito “occorre individuare soluzioni tecnologiche ottimali” per la chiusura dei cicli produttivi, “semplificare il quadro normativo” e “incrementare la collaborazione tra imprese” ricerca e pubblica amministrazione.

All’evento partecipano associazioni come Confindustria, ABI, Legambiente e grandi aziende quali Barilla, Costa Crociere, Enel e Gruppo Intesa Sanpaolo. L’evento riunisce inoltre esponenti di istituzioni quali Presidenza del Consiglio, Ministeri dell’Ambiente e dello sviluppo Economico.

Circolar economy, ENEA presenta un piano d’azione in quattro punti
Circolar economy, ENEA presenta un piano d’azione in quattro&nbs...