Cenone Capodanno, mezzo miliardo di “sprechi” a tavola

(Teleborsa) – Come ogni anno, il Capodanno ha portato con sé molti “sprechi” a tavola. Lo ha ricordato Coldiretti, facendo una stima economica del danno, ma rilevando anche un miglioramento rispetto al passato ed una maggiore sensibilità verso il riutilizzo.

Si stima che mezzo miliardo di avanzi siano rimasti sulle tavole imbandite per le feste di fine anno, ma molte famiglie riutilizzeranno questi cibi in cucina, grazie ad una crescente sensibilità verso la riduzione degli sprechi per motivi economici, etici ed ambientali.

Secondo l’indagine Coldiretti/Ixè, nel 2016, il 33% degli italiani ha diminuito gli sprechi alimentari mentre il 31% gli ha mantenuti costanti, il 25% gli ha addirittura annullati e solo il 7% dichiara di averli aumentati. Tra chi ha tagliato gli sprechi, il 60% lo ha fatto utilizzando gli avanzi nel pasto successivo (polpette o polpettoni a base di carne, tartare di pesce, ratatouille o frittate sono spesso un’ottima soluzione per recuperare il cibo del giorno prima).

Per il tradizionale appuntamento di fine anno con la tavola gli italiani hanno speso 2,1 miliardi di euro.

Cenone Capodanno, mezzo miliardo di “sprechi” a tavola
Cenone Capodanno, mezzo miliardo di “sprechi” a tavol...