Catalogna, Puigdemont: “Ora dialogo, indipendenza sospesa”

(Teleborsa) – “Sono qui dopo il risultato del referendum del primo ottobre per spiegare le conseguenze politiche che ne derivano. La Catalogna è un affare europeo. E’ un momento critico e serio e dobbiamo prenderci le nostre responsabilità per eliminare la tensione e non incrementarla”. Lo ha detto il presidente catalano Carles Puigdemont dall’emiciclo del Parlamento di Barcellona durante il discorso per il processo di indipendenza catalana iniziato con un ritardo di più di un’ora.

“Quello che presenterò qui – ha aggiunto il presidente – è il risultato del primo ottobre, non una mia decisione personale, è la volontà del governo che presiedo, che ha mantenuto l’impegno di convocare il referendum e analizzare gli eventi successivi”. 

Abbiamo visto una situazione estrema, è la prima volta nella storia della democrazia europea che una giornata elettorale” si snoda “tra le violenze della polizia”, ha detto Puigdemont. “La Catalogna è stata umiliata quando ha tentato di modificare il suo statuto rispettando la Costituzione. Il risultato è stata un’umiliazione”.

Il presidente apre al dialogo. “I sondaggi dicono sì all’indipendenza, e questa è l’unica lingua che capiamo”. Quindi, “dichiaro l’indipendenza” ma “chiedo che il Parlamento la sospenda per qualche settimana per aprire il dialogo con Madrid”.

Catalogna, Puigdemont: “Ora dialogo, indipendenza sospesa”
Catalogna, Puigdemont: “Ora dialogo, indipendenza sospesa&#...