Catalogna, 2 milioni di sì all’indipendenza

(Teleborsa) – Il Referendum per l’indipendenza della Catalogna alla fine si è tenuto, nonostante la contrarietà del governo spagnolo che si è opposto con la forza non riuscendo però a piegare gli indipendentisti. 844 i feriti, 33 dei quali tra gli agenti di polizia.

Anche se la polizia ha tentato in vari modi di sequestrare le urne, alla fine hanno votato 2,2 milioni di elettori, pari al 42% circa della popolazione. Il risultato è inequivocabile: il 90% ha votato a favore dell’indipendenza mentre solo il 7,8% si è detto contrario.

“Lo stato spagnolo ha scritto oggi una pagina vergognosa della sua storia in Catalogna”, ha dichiarato il presidente catalano Carles Puigdemont lanciando poi un appello all’Europa perché cessi di ignorare la crisi catalana.

“Oggi non c’è stato alcun referendum, è chiaro a tutti”, ha dichiarato invece il premier spagnolo Mariano Rajoy spiegando che il referendum “è stato un ricatto di pochi”, “è stato una sceneggiata” degli indipendentisti. Dopo aver ringraziato “le forze di sicurezza dello Stato che hanno tenuto fede agli obblighi e rispettato il mandato della Giustizia davanti ad un attacco così grave alla nostra legalità”, il premier ha ribadito: “Il nostro stato di diritto mantiene la sua forza e resta in vigore, reagisce di fronte a chi vuole sovvertirlo”.

Catalogna, 2 milioni di sì all’indipendenza
Catalogna, 2 milioni di sì all’indipendenza