Bruxelles alza le stime di crescita per l’Italia. PIL +0,9% nel 2016 e 2017

(Teleborsa) – La Commissione europea ha ritoccato all’insù le previsioni di crescita economica dell’Italia per il 2016: da +0,7% a +0,9%. Invariato il dato per il 2017 atteso a +0,9%. Per il 2018, Bruxelles stima una espansione del Prodotto Interno Lordo dell’1,1%. 

Le previsioni economiche d’inverno dell’UE, evidenziano una “crescita stabile”, ma “modesta” trainata da “tassi d’interesse reali bassi e una domanda esterna più forte”. Tuttavia, afferma il Commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, le “debolezze strutturali ostacolano una ripresa più forte”. 

Quanto al rapporto deficit-PIL la visione della Commissione è meno ottimistica. Per l’anno in corso, stima un rapporto al 2,4% visto in aumento al 2,6% nel 2018. Il debito-PIL salirà quest’anno al 133,3% per poi ridursi leggermente al 133,2% l’anno seguente. Bruxelles prende atto “positivamente dell’impegno” per il varo di misure correttive che però “saranno conteggiate solo quando dettagliate”.

Settore bancario. L’UE ha avvertito che in Italia, “la bassa redditività del settore bancario e l’alto onere dei crediti deteriorati, freneranno probabilmente l’aumento del credito”. 

Quanto al blocco UE, le previsioni invernali rivedono leggermente al rialzo (+0,1%) la stima di crescita per l’Eurozona, dell’1,6% quest’anno e dell’1,8% il prossimo, in entrambi i casi.

Bruxelles alza le stime di crescita per l’Italia. PIL +0,9% nel 2016 e 2017
Bruxelles alza le stime di crescita per l’Italia. PIL +0,9% nel ...