Brexit, continua il braccio di ferro tra Londra e l’UE

(Teleborsa) – Continua il braccio di ferro tra l’Unione Europea e la Gran Bretagna per l’uscita di Londra dall’UE. Un’uscita che non sarà indolore anche alla luce degli dissapori tra il Governo britannico e i leader dell’UE.

Il Premier britannico Theresa May non appare disposta a transigere in materia d’immigrazione e i capi di stato e di Governo europei non possono rimanere a guardare.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha usato toni aspri nei confronti di Theresa May. Anche il Presidente francese, Francois Hollande  è intervenuto sulla questione facendo appello a usare la risolutezza verso Londra. 

“Il Regno Unito ha deciso per la Brexit, credo anche per una Brexit decisa. Bisognerà allora andare fino in fondo per soddisfare la volontà degli inglesi di uscire dall’UE”, ha sottolineato il capo di Stato francese. “Dobbiamo dimostrare fermezza, altrimenti “metteremo in discussione i principi stessi dell’Unione Europea” e “ad altri Paesi verrà in mente di uscire dall’Unione europea per godere di presunti vantaggi e senza inconvenienti ne’regole”.

“Sono profondamente convinto- ha continuato Hollande- che le soluzioni alle sfide dell’Unione Europea non si troveranno nella chiusura delle frontiere nazionali e nella rinuncia a soluzioni collettive. Ma sarebbe illusorio pensare che l’idea europea possa ignorare la legittimità delle sovranità nazionali. “Londra non vuole pagare per questa decisione, ma questo non è possibile”, ha concluso Hollande 

Intanto, stanotte la sterlina è stata vittima di un flash crash, scivolando sui minimi da 31 anni: forse un primo segnale che la Brexit non sarà priva di ripercussioni.

Brexit, continua il braccio di ferro tra Londra e l’UE
Brexit, continua il braccio di ferro tra Londra e l’UE